L’altruismo

L’altruismo

La cultura, la genetica e il benessere degli altri

di David Sloan Wilson traduzione di Andrea Migliori Bollati Boringhieri 2015

Questo è un libro completo e imperdibile.

È un saggio straordinario sulle origini e la valenza dell’altruismo.

«[…] alla fine della lettura di questo breve testo il lettore capirà perché la teoria dell’evoluzione è essenziale per raggiungere quell’obiettivo altruistico che consiste nel rendere il mondo un posto migliore.»

L’“altruismo” ha visto la luce solo nel 1851, coniato dal filosofo francese Auguste Comte.

«È un interesse fine a se stesso per il benessere altrui. Migliorare il benessere altrui ha spesso un costo in termini di tempo, energia e rischi.»

Per anni si è tentato di dare una spiegazione a questo comportamento apparentemente autolesionista negandone di fatto l’esistenza.

La risposta, seguendo la logica stringente dell’autore, sta nella selezione multilivello: non sono solo i geni che si trovano a dover combattere una lotta darwiniana, ma anche le cellule, i singoli individui, le popolazioni e le specie intere.

La selezione colpisce a tutti i livelli, e se è vero che all’interno di ciascuna categoria vince l’egoismo, è anche vero che la lotta tra le categorie fa vincere l’altruismo.

Un soldato egoista dentro un esercito rischia meno degli altri, ma un esercito che può contare su molti soldati altruisti è più forte di un altro esercito composto esclusivamente da egoisti.

Detto altrimenti «l’egoismo batte l’altruismo all’interno di un gruppo. Ma i gruppi altruisti battono i gruppi egoisti.»

Un saggio unico, che porta il lettore a fare un viaggio meraviglioso nell’essenza della specie umana.

Alla fine della lettura sono certa che il lettore condividerà il pensiero finale dell’autore.

«Essere altruisti significa diventare parte di qualcosa di più grande di noi» e lo diventerà.