L’infinito tra le note

L’infinito tra le note

Il mio viaggio nella musica

di Riccardo Muti – Solferino editore 2019

È un libro elegante, sincero, identitario.

L’autore, con immediatezza e chiarezza, spiega chi è il Maestro d’orchestra, cos’è un’orchestra e cosa significa stare in orchestra ovvero cosa ha fatto per una vita… e tra le note… righe, quindi chi è.

«[…] tra una nota e l’altra anche se strettamente legate c’è l’infinito. Il mistero è lì, in quello spazio che racchiude l’universo. E il compito del musicista, quindi del direttore d’orchestra, è proprio di riuscire a dar voce e a interpretare la musica che sta tra una nota e l’altra: insomma, tirar fuori ciò che non è scritto eseguendo rigorosamente quel che è scritto. È una grande responsabilità.»

Una grande responsabilità creare la Magia della Musica.

«[…] cosa significa stare in orchestra: rispettarsi l’un l’altro. È il perfetto modello di società, il più alto esempio di convivenza civile: individui che hanno differenti personalità, che suonano strumenti diversi, che eseguono note e frasi diverse – la melodia e il cosiddetto accompagnamento, o le varie linee di un contrappunto – concorrono insieme a raggiungere il risultato finale, il Bene Comune.»

Il Bene Comune ovvero la Magia della Musica.

Grazie Maestro.